a proposito de…IL PRODIGIO CHE È IN TE!



20 giugno 2012 ore 17:24 , scritto da Natalina Zanatta

Un libro da accogliere come un dono dal Cielo!

Vi invito tutti a leggerlo, anzi a lavorarci sopra, perchè è un vero e proprio corso di antropologia e spiritualità che difficilmente si riesce a trovare nelle librerie anche religiose!

Chiara parte da una ‘visione’ precisa della persona umana. La sua ‘visione’ non è un sogno, una bella cosa che ci piacerebbe tanto vedere, una poesia… No! È la realtà; esattamente quella realtà che Dio contempla compiaciuto ogni volta che ci guarda: TU SEI UN PRODIGIO!

Questo è il punto di partenza che Chiara ci offre in questo suo stupendo libro! Ognuno di noi ha dentro di sé un Prodigio.

Certo, questo punto di partenza è molto lontano dal nostro! È più facile che noi partiamo dal pensarci e dirci che siamo un disastro, che non abbiamo alcun valore o che – nonostante gli impegni e gli sforzi – i passi in avanti sono pochi e fatti male…

Sei un prodigio! è il potenziale enorme che abbiamo dentro di noi fin dal nostro concepimento; anche noi alla nascita siamo stati colmati dai doni che il ‘padrone’ prima di partire per un lungo viaggio ha consegnato perché li facessimo fruttare (Mt 25).

Ma per motivi complessi e storicamente reali, tutto questo ben di Dio viene concretamente ostacolato dalle nostre ‘abitudini di pensiero e di comportamento limitanti’ (per non dire devastanti). Chissà perché! Non è semplicistica la cosa… I filosofi e i teologi – e oggi si aggiungono gli antropologi, gli psicologi – ci ragionano da migliaia di secoli e sono riusciti a rispondere solo in parte al ‘mistero dell’iniquità umana’ orientati soprattutto dall’altro grande dono che ciascuna persona porta in sé: la libertà.

La parola di Dio su questo tema è però luminosa e veritiera: Chiara ce la ripropone in termini molto forti. Si tratta della lotta tra l’io passionale e il Sé spirituale, una lotta da prendere in seria considerazione perché il suo epilogo definisce la nostra felicità o meno.

Chiara, in questo libro, ci sollecita a percorre con lei un cammino molto interessante e concreto: dopo averci invitato ad individuare le nostre abitudini di pensiero e di comportamento limitanti -vedi i simpatici personaggi rappresentativi dell’io passionale – che mortificano cioè il nostro potenziale di vita e di libertà, ci propone di cambiare quel punto di focalizzazione attraverso cui noi abbiamo guardato la realtà personale ed esterna tanto da immedesimarci in alcuni (se non tutti!!) di essi.

Se rovesciamo la prospettiva precedente, individuando i punti forza che sono nel nostro intimo ed esercitandoci nelle esperienze risanatrici proposte, allora passeremo “dalla ‘danzetta’ alquanto frustrante che abbiamo imparato e interiorizzato fin da piccoli al volo libero nel cielo del paradiso” (p. 129).

E’ questione di allenamento, è questione di nuove abitudini che potenziano il nostro capitale interiore.

Ecco allora che proprio la favola, che ci introduce – come una potente ouverture – nel percorso di tutto il testo, diventa il simbolo molto significativo e plastico del percorso umano: dalla gabbia dentro cui finiamo per rinchiuderci, alla vastità della prateria Heaven!

Vi invito a ordinare SUBITO il libro a questo indirizzo: http://shop.nuoviorizzonti.org/