“ Nella tua volontà.. è la mia gioia” di Lucia Brunacci



12 giugno 2012 ore 20:58 , scritto da Tiziana Galluso ...

Ringrazio Lucia per avere condiviso con noi, i suoi pensieri della sua “prima volta” con la grande famiglia di nuovi Orizzonti..
I tempi di Dio non sono decisamente i nostri..fidiamoci ed affidiamoci, Lui tutto sa …
Felice di averti conosciuta, e felice che tu abbia vissuto emozioni uniche che resteranno per sempre tatuate sul tuo cuore, così come il carisma di nuovi orizzonti che si aggrappa lì dentro di te .. e persiste anche se tornata nella nostra bellissima Calabria (ti garantisco che io ne so qualcosa)
Ricordo di avere letto tempo fa una frase bellissima che diceva più o meno così: Sapere che c’e’ qualcuno,da qualche parte,vicino o lontano dal quale ti senti compreso anche attraverso pensieri inespressi,fa di questa terra un vero giardino.
Lo splendore dell’amicizia
non è la mano tesa né il sorriso gentile
né la gioia della compagnia:
è l’ispirazione spirituale quando
scopriamo che qualcuno crede in noi
ed è disposto a fidarsi di noi.

~ R.W. Emerson ~
p.s spero ti piaccia la foto che ho scelto …siamo tutti dei bimbi
Vi lascio alle sue parole ….


Il Signore ” ti corona di grazia “ ( sal 102)

Ci sono volte in cui ti senti veramente privilegiato e non smetti di lodare e ringraziare il Signore per quanto hai ricevuto .

Per la prima volta, sono riuscita a partecipare ad una giornata di spiritualità con Chiara e il Signore ha voluto fosse la festa di Pentecoste a Castelgandolfo.
Sono partita dalla Calabria sabato 24 e non vi nascondo, che durante il viaggio, se da un verso mi sentivo un pò pazzerella nell’aver mollato marito e figli proprio nel fine settimana, dall’altro quella voce “VIENI E VEDI” si faceva sempre più presente e vicina.

Roma mi ha accolta col sole e dopo i primi abbracci con le amiche ci siamo incamminati verso Ponte Milvio per partecipare alla veglia, nella chiesa della Gran Madre di Dio.
Giunti al termine della celebrazione eucaristica, fra gioia e abbracci infiniti, mi sono sentita subito a casa, e dopo poco, con altri ragazzi preparavo l’altare per l’esposizione del Santissimo.
Durante l’adorazione, nel Silenzio, respiravo l’unità e mi preparavo a vivere la Pentecoste.

Grazie a don Roberto la domenica riuscimmo a raggiungere Castelgandolfo in macchina .

La sala era gremita e da questo momento ha parlato solo il cuore e non sempre è facile trasmettere le emozioni che vi sono custodite .

“ Signore tu mi scruti e mi conosci”( sal 139)

Come raccontare le tue meraviglie, il mio cuore traboccava di gioia, ai miei occhi si aprivano NUOVI ORIZZONTI, la mia bocca taceva perché era il cuore a conversare, gli abbracci, gli sguardi era tutto nuovo, il tuo amore mi avvolgeva e rendeva UNICO ogni istante.
E come si poteva, d’altra parte, rimanere insensibili alle parole di Chiara, ai canti, all’omelia di don Davide; un sol corpo, un sol spirito aleggiava in quella sala e mentre mi inebriavo della profonda unità, più don Davide andava avanti con l’omelia, più riscoprivo il mio rapporto unico e privilegiato con Dio, i miei occhi e il mio volto si bagnavano di lacrime di gioia, che sono continuate a scendere per tutta la notte.

Un GRAZIE personale ad ognuno, a cominciare da chi mi ha incoraggiato a vivere questa esperienza .

Grazie Signore per il dono di Chiara, ti chiedo di custodirla insieme a tutta l’opera di Nuovi Orizzonti .

Cosa renderti, per quanto ricevuto, se non il mio piccolo “SI ECCOMI “ Signore, “ nella tua volontà è la mia gioia”…..(sal 118,16)