CHI INVITARE AD ENTRARE ??? (La favola dell’amore)



16 giugno 2012 ore 22:32 , scritto da Tiziana Galluso ...

Ci sono storielle, in apparenza banali, scontate …solo per bimbi.
E spesso l’errore più grande è dare sempre tutto per scontato, ma così non è! A me piace tanto tenere viva quella parte di cuore di Tiziana bambina anche un pò pasticciona, a volte ad essere sinceri, anche un vero disastro.. ma sempre molto sincera, pura, curiosa, passionale, sognatrice e coraggiosa ..Solo se tuteliamo e custodiamo un cuore di bimbo potremo fare non grandi cose.. ma piccole cose fatte con grande Amore.
Cerchiamo con tutte le forze di essere preziosi ai Suoi occhi e sempre degni del Suo Amore..
Cerchiamo di rimanere aggrappati alla nostra parte più autentica priva di pregiudizi , anche provocati da una montagna di delusioni e dolore,che l’età adulta tende a sopprimere. Tuteliamo lo stupore vero di chi scopre le cose per la prima volta…Rimaniamo fieri, come farebbero loro,delle nostre piccole grandi conquiste..Mi piace VIVERE ed emozionarmi anche se spesso la vita e le persone mi deludono, e mi dispiace perchè anche io potrei deludere gli altri senza rendermene conto, ma cerco i colori più belli e li trasformo in emozione e lo faccio con tutti i colori pastello che Dio mi mette a disposizione giorno dopo giorno, e se non trovo i pennelli ..ci provo con le dita, e se le mie dita sono distratte o stanche, tentare di colorare il tutto attraverso la voce i pensieri e le mie azioni quotidiane ..L’unità di misura delle parole, restano sempre e solo i fatti!

Al nostro Maestro chiedo di trovare sempre la vera forza per riuscire ad alimentare la scintilla nata insieme a me e che diventi fiamma ardente senza mai spegnersi.
A Lui chiedo di fare rimanere in me quell’amore puro e profondo e che possa fare crescere e diffondere la mia gioia attraverso la Sua di luce.

Affinché la mia gioia si possa espandere, fondersi insieme alla Sua luce meravigliosa.
Ai bambini non importa indossare delle maschere per piacere a tutti, ai bambini interessa essere se stessi,sempre!
C’è una frase di un poeta a me tanto caro Giacomo Leopardi, da troppi definito pessimista,dal mio modesto punto di vista, solo un grande romantico sognatore realista che dice : I fanciulli trovano il tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto.

L’ AMORE NON E’ UN FOSSILE
L’ AMORE NON E’ QUALCOSA CHE SI FOSSILIZZA , MA CHE VIVE DI CONTINUO . INCOMINCIA NEI NOSTRI CUORI ED E’ UNA VIA PER LA PACE .
Madre Teresa di Calcutta

Spero vi piaccia.
p.s quando invitate le persone ai vostri banchetti di vita :) fate sempre attenzione …

Una donna stava innaffiando il giardino della sua casa quando vide tre vecchietti con i loro anni di esperienza che stavano di fronte al suo giardino. Ella non li conosceva e disse: “Non mi sembra di conoscervi, ma dovrete essere affamati. Vi prego, entrate in casa così che mangiate qualcosa.” Essi domandarono: ” Non c’è l’uomo di casa ?” – “No,” rispose lei, ‘non è in casa’. – ‘In tal caso, non possiamo entrare’ dissero. All’imbrunire, quando il marito rincasò, .ella gli raccontò tutto ciò che le era capitato. – “Allora, di’ loro che son rientrato e, dunque, invitali pure ad entrare!” La donna uscì per invitare i tre uomini a casa. – ‘Non possiamo entrare tutti e tre insieme in una casa’, spiegaronoi vecchietti. – ‘Perché?’, volle sapere lei. Uno degli uomini indicò uno dei suoi amici e spiegò: ‘Il suo nome è Ricchezza’. Subito dopo indicò l’altro. ‘Il suo nome è Successo’ ‘ed io mi chiamo Amore.’ ‘Adesso va’ dentro e decidi con tuo marito quale di noi tre desiderate invitare a casa vostra.’

La donna entrò in casa e raccontò a suo marito tutto ciò che i tre uomini le avevano detto. Lui si rallegrò e disse: ‘Che bello!’. ‘Se è così, allora invitiamo Ricchezza,’ ‘che venga, e riempia la nostra casa!’ Sua moglie non era d’accordo: ‘Caro, perché non invitiamo Successo?’

La figlia della coppia stava ascoltando dall’altra parte della casa ed entrò di corsa. ‘Non sarebbe meglio far entrare Amore?’ ‘Così la nostra famiglia sarebbe piena di amore:’ ‘Prendiamo in considerazione il consiglio di nostra figlia’, disse il marito alla moglie. ‘Va’ fuori ed invita Amore perché sia nostro ospite.’ La moglie uscì e chiese loro: Chi di voi è Amore?’ ‘Che venga, per favore, e sia il nostro invitato. Amore si sedette sulla sua sedia e cominciò ad avanzare in direzione della casa. Anche gli altri due si alzarono e lo seguirono. Alquanto sorpresa, la signora chiese a Ricchezza e a Successo: ‘Io ho invitato solo Amore: perché venite anche voi?’ I tre replicarono insieme: – ‘Se avessi invitato Ricchezza o Successo gli altri due sarebbero rimasti fuori, ma giacché hai invitato Amore, laddove egli vada, noi andiamo con lui.’ Laddove c’è amore, c’è anche ricchezza e successo.

La carità non siamo noi a costruirla; ci invade con la grazia di Dio: perché è stato Lui ad amarci per primo [Cfr 1 Gv 4, 10]. È bene lasciarci compenetrare da questa bellissima verità Se possiamo amare Dio, è perché siamo stati amati da Dio [Origene, Commentarii in Epistolam ad Romanos, 4, 9]