“Medjugorje, la Madonna chiama i giovani”



19 giugno 2012 ore 00:00 , scritto da Martina Colaianni

“Medjugorje, la Madonna chiama i giovani”, è questo il titolo di un libro, a mio parere bellissimo, scritto da Padre Livio Fanzaga, in cui egli cerca in qualche modo di ribadire il desiderio della Gospa : ‘La Madonna chiede a tutti ma in modo speciale ai giovani, di essere protagonisti con Lei di una fase decisiva della storia! Ella, nelle sue apparizioni, non sceglie solo i ragazzi ma manifesta una particolare preferenza per loro’. Questa chiamata è stata accettata ed amata da migliaia di giovani, che ogni anno, nella prima settimana di agosto partecipano al “Festival dei giovani”. Cos’è ?! È un grande evento, della durata di alcuni giorni , a cui aderiscono migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo.

Grazie a Dio, anche se da bambina, ho avuto la fortuna di vedere questa meraviglia, ho potuto contemplare il volto di tanti ragazzi, grandi e piccoli, che recitavano con immensa gioia e comunione il Santo Rosario, o che adoravano il Santissimo.

Vi do qualche assaggio del libro …

I giovani possono verificare sulla loro pelle il rapido processo di scristianizzazione in corso.
Infatti molti abbandonano la Chiesa fin da
adolescenti e ben presto anche la preghiera personale. Senza preghiera, ci insegna la Madonna, la fede muore, come un fiore senza l’acqua.

Iscritta nel codice genetico dell’essere umano vi è una fame sconosciuta, che il mondo non riesce a soddisfare. È la fame di assoluto, di eternità, che testimonia la nostra irriducibilità a elemento della materia.

Un giovane che perde la fede, si espone al rischio di rimanere senza luce nel difficile cammino che gli si apre davanti.

Per quanto siano soggetti a sbandamenti, i giovani, come il figliol prodigo, non ci stanno a contendere le carrube ai porci e sentono la nostalgia della casa paterna ma se la vita appare un non senso è forte la tentazione di buttarla via in qualche modo”.

In un suo messaggio, la Regina della pace, spiega concretamente il perché di tanta tristezza e sofferenza nel mondo in cui viviamo, spiega perchè sopratutto in questa generazione c’è una morte dell’anima che ha colpito molti giovani :

Cari figli, vi invito a riflettere sul vostro futuro. Voi state costruendo un mondo nuovo senza Dio,
solamente con le vostre forze; ed è per questo che non siete  felici e non avete la gioia nel cuore” (25-01-1997).

Ed io l’ho sperimentato nella mia vita, che fino a quando punto soltanto sulle mie forze, fino a quando mi costruisco una vita senza Dio, senza la sua bellissima presenza , non riesco a fare nient’altro che vivere nell’insoddisfazione, in una strana inquietudine e tristezza, che non mi appartiene, che non mi soddisfa perchè ho provato la gioia vera, la gioia piena e non posso accontentarmi!!

“Maria che appare, è il cielo che si apre e che porta la luce in un mondo immerso nelle tenebre e nell’ombra della morte” Ma chi è questa luce? È Cristo! La Mamma è venuta in mezzo a noi per condurci dal Figlio, per accompagnarci a creare con Lui non una qualsiasi, ma l’amicizia indistruttibile!

Ho preso alcune frasi del libro che mi sono arrivate direttamente al cuore e l’ho messe insieme per poter capire come fare a costruire questa bellissima amicizia.

“Se i giovani rischiano di perdere la fede, la ragione va ricercata nella mancanza di un incontro autentico con Gesù, vivo e presente nella loro vita.

Bisogna coltivare l’amicizia con Lui (come si fa per quelle umane) attraverso la preghiera.

Gesù non ci ascolta frettolosamente e distrattamente e, leggendo in fondo al cuore trova le parole che consolano, incoraggiano e guariscono. Gesù è un amico che è sempre con noi, che ci accompagna in ogni passo e al quale ci è permesso rivolgergli la parola in ogni momento.

Possiamo continuamente testimoniargli il nostro amore e chiedergli qualunque cosa di cui abbiamo bisogno.

Quanti amici ipocriti trova oggi un giovane, che lo trascinano sulla via della rovina, lungo la quale i briganti lo assalgono e lo derubano di tutto; è allora che si rende conto di essere solo e senza vie d’uscita.
Ma è
proprio quell’ amico misterioso che era stato abbandonato e dimenticato che si avvicina a tendere umilmente la mano”.

Gesù ci recupera incessantemente alla sua amicizia …… perché  LUI CI AMA !!!

“Non tutti i giovani però seguono questa strada invitante, punteggiata da false luci e felicità illusorie. Vi è un piccolo gruppo che resiste forte nella fede  e la Madonna è venuta per rafforzarlo e fare di esso un punto di riferimento per una generazione che ha smarrito la strada dell’eternità “

Ragazzi, ma vi rendevte conto?! Maria in persona è scesa qui sulla terra per sostenerci, per sostenere proprio NOI, OGNUNO di noi! Abbiamo la dolce Mamma Celeste che ci conforta e ci consola… allora, FORZA RAGAZZI, CONTINUAMO A LOTTARE !!!